Questo sito contribuisce alla audience di

sòldo

sm. [sec. XIII; latino tardo soldus, per il classico solídus, solido (moneta)].

1) Antica moneta d'oro, in uso tra Goti, Franchi e Longobardi, derivante, tramite la frazione del tremisse, dal solido del basso Impero. Nel sistema monetario carolingio il soldo equivaleva alla ventesima parte dell'unità monetaria della lira. La sua effettiva trasformazione da moneta ideale di conto in entità monetata avvenne solo nei sec. XIII-XIV, quando la svalutazione del denaro rese necessaria la creazione di una moneta del valore di 12 denari o ventesimo di lira. In particolare, moneta di rame da cinque centesimi in uso in Italia fino alla II guerra mondiale.

2) Per estensione, moneta di scarso valore: non vale un soldo, di cosa o persona di poco o nessun valore; alto quanto un soldo di cacio, di persona molto piccola di statura. In espressioni del linguaggio familiare, per lo più di valore negativo, quantità minima di denaro: per questa roba non ti dò neppure un soldo; non avere un soldo, essere senza denaro o, per estensione, essere totalmente privo di mezzi finanziari; avere qualche soldo da parte, qualche piccolo risparmio; quattro soldi (meno comune due soldi), un po' di denaro o poco denaro: è riuscito a mettersi da parte quattro soldi; si lavora tanto ma si guadagna quattro soldi; roba da quattro soldi, di poco valore, di qualità scadente.

3) Al pl., denaro in genere, quattrini: è uno pieno di soldi; prendi con te un po' di soldi; coi soldi si fa tutto; fare i soldi, diventare ricco. Comune l'accr. soldóne nella loc. in soldoni, in pratica, in concreto, in parole semplici: in soldoni ci chiedono di lavorare un'ora di più.

4) Anticamente, paga, stipendio, specialmente militare: uomo di soldo, soldato mercenario; riscuotere il soldo; essere, andare, militare al soldo di uno, un tempo, essere al suo servizio come soldato mercenario; per estensione, essere alle sue dipendenze per compiere determinate azioni. Per metonimia, milizia, attività militare: “uomini che usavano lo esercizio del soldo per loro propria arte” (Machiavelli). In particolare, ufficiale del soldo, nell'antico esercito sabaudo, l'insieme degli uffici dell'amministrazione militare.

Media


Non sono presenti media correlati