Questo sito contribuisce alla audience di

scàmbio (economia)

nelle economie di mercato, basate sul principio della specializzazione del lavoro, lo scambio assume una posizione preminente. Mentre nelle economie primitive lo scambio avveniva bene contro bene, secondo la logica del baratto, in quelle moderne lo scambio avviene bene contro moneta. Come è ovvio, tale fondamentale mutamento ha facilitato la realizzazione degli scambi e, di conseguenza, di desideri e aspirazioni degli individui. Ogni individuo possiede una sua scala di preferenze, in base alla quale egli decide come impiegare le risorse, i beni o il denaro a sua disposizione. Lo scambio diventa possibile quando un bene o un servizio occupano una posizione diversa nelle scale di preferenze di due o più individui. Se nella scala di preferenze di una persona un dato bene o servizio occupa una posizione elevata, questa persona sarà disposta, quando non possedesse il bene o il servizio in questione, a cedere in cambio un bene in suo possesso che essa valuta meno. L'analisi di economie di puro scambio ha portato gli economisti a dimostrare i primi due teoremi fondamentali dell'economia del benessere: A) se tutti i mercati sono pienamente concorrenziali, non esistono esternalità positive o negative e le preferenze degli individui sono convesse, allora l'allocazione di equilibrio risulta “Pareto-efficiente”; vale a dire, nessuno avrà convenienza a cercare soluzioni alternative a quella allocazione. B) Esiste un vettore di prezzi che permette di realizzare quella allocazione di equilibrio per gli n mercati esistenti. § Per effetto degli scambi internazionali e dei pagamenti a essi relativi, le valute dei Paesi stranieri vengono acquistate o cedute contro corresponsione dell'equivalente in altra valuta. La negoziazione di una data valuta estera può avvenire sia contro valuta nazionale, sia contro una terza valuta. Le operazioni di scambio di valuta estera si effettuano in base a valutazioni, che ne costituiscono il “cambio”, che sta a indicare, secondo gli usi dei vari Paesi, la quantità di valuta estera equivalente a una quantità fissa di valuta nazionale o viceversa. "Per approfondire vedi Libro dell'Anno '97 pp 393-394" "Per approfondire vedi Libro dell'Anno '97 pp 393-394"