Questo sito contribuisce alla audience di

scèttro

sm. [sec. XIV; dal latino sceptrum, dal greco skeptron, bastone].

1) Emblema di comando, di dominio e di grandezza, la cui origine suol farsi risalire al bastone portato nell'antica Grecia tanto dagli anziani che dai pastori. Esso pertanto, divenuto insegna regale, accomuna in sé l'idea di venerazione a quella di guida. Lo scettro, d'avorio in età repubblicana, viene portato dal trionfatore nelle cerimonie; in epoca imperiale diviene più corto e massiccio e nel corso dei secoli, sormontato da simboli vari tra cui la mano di giustizia, figura prima come simbolo della consacrazione divina e poi del potere giudiziario, soprattutto presso i re francesi.

2) Per estensione, autorità regale; potere monarchico: avere, prendere, tenere lo scettro; deporre lo scettro, abdicare. In senso fig., superiorità assoluta; primato in una determinata disciplina, arte o attività: tenere lo scettro nella pittura.

Media


Non sono presenti media correlati