Questo sito contribuisce alla audience di

secolarizzazióne

sf. [sec. XVII; da secolarizzare]. In diritto canonico, il permesso, accordato al religioso, di rimanere indefinitamente fuori del convento, con dispensa totale e assoluta da ogni legame con la religione alla quale egli era appartenuto. Essa realizza l'uscita volontaria e regolare dallo stato religioso. In senso più largo, il concetto di secolarizzazione implica una piena autonomia nei riguardi di ogni ingerenza ecclesiastica nelle questioni politico-sociali e presenta quindi analogie con l'idea di laicismo. § Gli studiosi di scienze sociali, peraltro, distinguono la secolarizzazione propriamente intesa (fenomeno caratterizzato dal declino delle pratiche devozionali e da una diminuzione dell'influenza sociale dell'autorità ecclesiastica) dalla laicizzazione. Con questo termine si intende piuttosto, soprattutto nell'ambito della cultura protestante, la reciproca, seppure informale, accettazione di confessioni, pratiche di culto e modelli di comportamento religioso differenti, ma presenti nei confini di una stessa comunità (nazionale o locale).

Media


Non sono presenti media correlati