Questo sito contribuisce alla audience di

serpentàrio¹

sm. [sec. XIX; da serpente]. Uccello accipitriforme (Sagittarius serpentarius) della famiglia dei Sagittariidi, detto anche segretario. Inconfondibile, si distingue da tutti gli altri rapaci per le lunghissime zampe (il tarso è lungo oltre 30 cm), per il grande ciuffo erettile impiantato sull'occipite e per lo sviluppo delle due timoniere centrali. Il piumaggio è bianco e nero. Il serpentario, lungo sino a 130 cm, frequenta, isolato o a coppie, le steppe e le savane dell'Africa. Il suo nome fa riferimento all'impegno con cui si dedica alla caccia dei serpenti: assai resistente, ma non completamente immune nei confronti del veleno dei rettili, riesce ad avere ragione anche delle specie più temibili grazie alla sua tattica di assalto condotta a base di beccate e di potenti colpi di zampa. Oltre che di serpenti si nutre di piccoli mammiferi e di insetti. La deposizione delle uova avviene in primavera, in grandi nidi costruiti sugli alberi.