Questo sito contribuisce alla audience di

servìli, guèrre-

guerre che gli antichi Romani sostennero per reprimere le insurrezioni degli schiavi. Due importanti rivolte scoppiarono in Sicilia. La prima, combattuta nel 140-132 a. C., fu guidata da uno schiavo di origine siriaca, Euno, che si proclamò re con il nome di Antioco e riuscì, a capo di un esercito di 20.000 uomini, a conquistare Agrigento: la repressione dell'insurrezione fu condotta a termine dal console Rupilio. La seconda, negli anni 104-99, fu guidata dagli schiavi Salvio Trifone e Atenione che organizzarono un governo autonomo, con un proprio senato e un console: i rivoltosi furono alla fine sconfitti dal pretoreLucio Licinio Lucullo. La più nota si svolse negli anni 73-71 a. C. contro schiavi rivoltatisi in Campania e guidati dal gladiatore trace Spartaco e da due galli, Crixo ed Enomao, che compirono scorrerie per tutta l'Italia meridionale finendo però sconfitti da Marco Licinio Crasso, che ne fece crocifiggere 6000 lungo la via Appia.