Questo sito contribuisce alla audience di

servosistèma

sm. (pl. -i) [sec. XX; servo-+sistema]. Sistema di intervento e di controllo in un impianto basato su servomeccanismi. Si possono essenzialmente distinguere due tipi di servosistemi: quelli regolatori, caratterizzati da una grandezza di riferimento (segnale di comando), costante nel tempo o comunque variabile molto lentamente, e quelli asserviti, nei quali la grandezza di comando segue una legge di variazione del tutto casuale. Nei primi si richiede grande precisione di ritorno al valore precedente all'intervento di un disturbo, e minima influenza dei fenomeni transitori. Esempio di questo primo tipo è il servosistema che controlla la temperatura di un forno elettrico dove è preferibile che il servosistema faccia variare poco la temperatura del forno al variare della corrente di alimentazione. Nei servosistemi asserviti invece si richiede una fedeltà di risposta istantanea, anche nel caso di fenomeni transitori. Esempio di tale tipo è il servosistema che controlla il puntamento di un cannone a mezzo radar su un bersaglio mobile come potrebbe essere un aeroplano. In questo caso si richiede un puntamento preciso in ogni istante, qualunque sia la manovra dell'aereo.