Questo sito contribuisce alla audience di

sfiatatóio

sm. [sec. XVI; da sfiatare].

1) Apertura di comunicazione tra un ambiente e l'esterno avente il compito di consentire il mantenimento nell'ambiente di una pressione uguale a quella esterna, scaricando gas, vapori ecc. che si accumulino all'interno.

2) In fonderia, apertura praticata soprattutto nella metà superiore della forma per consentire la fuoruscita dei gas durante la colata.

3) Ciascuna delle due narici dei Cetacei, dette anche spiracoli. Posti in posizione dorsale, gli sfiatatoi possono essere separati o fusi assieme e attraverso di essi l'animale emette getti di vapore a temperatura corporea che condensandosi danno origine ai famosi “soffi” delle balene considerati erroneamente getti d'acqua.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti