Questo sito contribuisce alla audience di

sienìte

Guarda l'indice

Definizione

sf. [sec. XIX; da Siene, antica città dell'Egitto]. Roccia eruttiva intrusiva caratterizzata dall'associazione di feldspati alcalini, miche biotitiche e anfiboli, priva o povera di quarzo (ciò rappresenta la principale differenza dai graniti), con struttura granulare ipidiomorfa. Sono rocce poco diffuse e poco abbondanti: affiorano generalmente alla periferia di masse granitiche e granodioritiche o costituiscono piccoli corpi plutonici. Secondo la presenza o assenza di plagioclasi si distinguono, rispettivamente, una serie sienitica alcali-calcica, o normale, e una serie sienitica alcalina; esiste anche un terzo gruppo di sienìti, contenenti feldspatoidi, dette sienìti nefeliniche.

Geologia: sieniti alcali-calciche

Le sienìti alcali-calciche sono costituite da ortoclasio e microclino, plagioclasi della serie oligoclasio-andesina, spesso zonati, orneblenda e biotite; la struttura è granulare e a volte pseudoporfirica con grandi elementi di ortoclasio. Caratteristiche per il colore violaceo sono le sienìti della Valle del Cervo (Biella), cavate nelle vicinanze della Balma e di Oropa e molto utilizzate in edilizia per rivestimenti; sienìti rossastre si trovano nei pressi di Predazzo. Altre sienìti della serie normale sono la maugerite, ricca di plagioclasio, la durbachite, ricca di biotite, e la monzonite.

Geologia: sieniti alcaline

Le sienìti alcaline sono costituite prevalentemente da ortoclasio o anortoclasio o microclino, nettamente pertitico, con biotiti ricche di ferro e orneblende; mancano completamente i plagioclasi, mentre sono spesso presenti piccole quantità di quarzo (sienìti quarzifere). Una sienìte alcalina particolare è la larvikite, composta quasi completamente da un ortoclasio caratterizzato da iridescenza azzurro-grigiastra, utilizzata per la sua bellezza in rivestimenti di gran pregio.

Geologia: sieniti nefeliniche

Le sienìti nefeliniche sono costituite da feldspato (in genere prevale il microclino sodico e pertitico) e da nefelina, con biotite ed egirina come componenti femici e con alcuni minerali accessori caratteristici come titanite, zircone e apatite. La struttura è granulare, spesso grossolana con grandi elementi tabulari di feldspato. Tipica sienìte nefelinica è la foyaite presente nella Sierra de Monchique in Portogallo.