Questo sito contribuisce alla audience di

simpòsio

sm. [sec. XVI; dal latino symposíum, dal greco sympósion, da sýn, insieme, e radice di pínein, bere].

1) Nell'antica Grecia e a Roma, bevuta collettiva di tutti i commensali dopo il pasto principale consumato sul far della sera: diretto da un simposiarca, aveva quasi la solennità di un rito ed era rallegrato dalla presenza di belle donne, da canti e da danze; sovente offriva lo spunto anche a elevate discussioni filosofiche ed è appunto nella cornice di un simposio che Platone (seguito poi da altri autori) colloca il suo Convito. Raffigurazioni di simposio sono molto comuni nell'età greca soprattutto sui vasi dipinti di fabbrica corinzia, ionico-etrusca e attica e sui rilievi di arte ionica ed etrusca. I banchettanti vi figurano sdraiati su klínai, con cuscini e coperte ricamate, e serviti da giovani coppieri; prendono parte al simposio etere e musici.

2) Lett., banchetto, convito.

3) Per influsso dell'inglese symposium, convegno di studio a carattere non ufficiale: simposio letterario; simposio sulla crisi energetica.

Media


Non sono presenti media correlati