Questo sito contribuisce alla audience di

sinusòide

agg. e sf. e m. [sec. XIX; dal latino sinus-us, seno, cavità+-oide].

1) Agg. e sf., in matematica, grafico della funzione trigonometrica seno; è così chiamato anche il grafico della funzione coseno, detto anche cosinusoide, che si ottiene dal grafico della funzione seno per traslazione di un tratto π/2 nel verso positivo dell'asse x.

2) Sm., in anatomia, vaso sanguifero di calibro irregolare le cui pareti sono formate da cellule di natura non endoteliale, in parte dotate di potere fagocitario. Reti di sinusoidi sono presenti nei lobuli epatici, nelle ghiandole surrenali, nella milza, nel pancreas, nel midollo osseo e nei linfonodi. È detto anche capillare sinusoide.

Media


Non sono presenti media correlati