Questo sito contribuisce alla audience di

spòla

sf. [sec. XIV; dal longobardo spōla].

1) Tubetto di cartone o di plastica sul quale viene avvolto il filo prodotto dal filatoio.

2) Nell'uso comune, la navetta del telaio già munita di filato che, spostandosi avanti e indietro, fa passare i fili della trama tra quelli dell'ordito. Fig.: far la spola, andar avanti e indietro da un luogo all'altro; lavoro di spola, compito svolto da un giocatore di calcio, specialmente mezz'ala o mediano, che si sposta in continuazione dall'attacco alla difesa per coordinare il gioco della squadra.

3) Rocchetto posto nella navetta di alcune macchine per cucire, attorno a cui si avvolge uno dei due fili che verranno usati per la cucitura. È così detto l'avvolgimento stesso di filo che si usa per tale scopo.

Media


Non sono presenti media correlati