Questo sito contribuisce alla audience di

spòra

Guarda l'indice

Lessico

Sf. [sec. XIX; dal greco sporá, semina, da spéirò, seminare].

1) Cellula vegetale aploide che deriva dalla meiosi e che costituisce l'inizio della fase gametofitica.

2) Forma cellulare dei Batteri deputata alla riproduzione organica.

3) Nel ciclo vitale degli Sporozoi, il complesso della capsula resistente (cisti) e degli sporozoiti che essa racchiude.

Botanica

Nei vegetali inferiori le spore sono tutte equivalenti e non si differenziano morfologicamente le une dalle altre. Nelle selaginelle, nelle felci acquatiche e poi nelle Gimnosperme e Angiosperme compare invece un differenziamento, anche morfologico, in macrospore (dette anche megaspore) a carattere femminile e in microspore a carattere maschile. Nelle piante superiori, la macrospora non si libera più dal macrosporangio, ma vi rimane racchiusa e protetta anche durante le fasi di germinazione che producono il gametofito. Le microspore sono rappresentate nelle Fanerogame dai granuli pollinici. Alcune di esse (spore durature) hanno particolare resistenza e possono così superare, in uno stato di quiescenza, i periodi climaticamente avversi e germinare in quelli favorevoli. Tale caratteristica è tipica di diverse specie di Batteri (per esempio Clostridium botulinum) e di Funghi.

Media


Non sono presenti media correlati