Questo sito contribuisce alla audience di

sparvièro o sparvière

sm. [sec. XIII; dal provenzale esparvier, dal germanico sparwāri, da sparwo, passero+ari, aquila].

1) Uccello accipitriforme (Accipiter nisus) della famiglia degli Accipitridi. § Lungo sino a 39 cm e con 77 cm di apertura alare (le femmine sono nettamente più grandi dei maschi), lo sparviero si distingue dagli altri uccelli da preda di dimensioni consimili per le ali ampie e arrotondate, la coda lunga e la colorazione che nei maschi è grigia superiormente, finemente barrata di rosso inferiormente; nelle femmine, invece, è brunastra sul dorso, barrata di grigio ventralmente. Di corporatura snella, caratterizzato da un temperamento assai fiero, lo sparviero si alimenta di uccelli e di piccoli mammiferi. Frequenta soprattutto i boschi e le piantagioni, nidificando sugli alberi. Durante l'estate tende a spostare la propria distribuzione verso l'Europa settentrionale, portandosi verso le regioni meridionali in inverno; in Italia, tuttavia, vi sono anche individui stanziali. Del tutto simile nell'aspetto è lo sparviero levantino (Accipiter brevipes), che vive soprattutto nella penisola balcanica e in Asia Minore.

2) Nella pesca, rete più nota con il nome di giacchio.

Media


Non sono presenti media correlati