Questo sito contribuisce alla audience di

spiràcolo

sm. [sec. XIV; dal latino spiracŭlum, da spirāre, spirare1].

1) Anticamente, spiraglio.

2) In zoologia, apertura respiratoria indipendente dalla bocca che permette l'ingresso dell'acqua o dell'aria negli organi della respirazione: A) fenditura, priva di lamelle respiratorie, che si apre all'esterno tra l'arcata mandibolare e l'arcata ioidea della maggiorparte dei Pesci Condritti e in alcuni Osteitti. Consente il passaggio dell'acqua dall'esterno verso le branchie. Talvolta possono esistere, in corrispondenza dello spiracolo e della faccia posteriore dell'arcata ioidea, particolari strutture chiamate pseudobranchie che hanno il compito di regolare la pressione sanguigna degli animali. B) Nei girini degli Anfibi Anuri, l'apertura, singola o doppia, attraverso la quale le camere branchiali comunicano con l'esterno. C) Sinonimo di sfiatatoio (Cetacei) e di stigma (apparati tracheali degli Artropodi).