Questo sito contribuisce alla audience di

squatter

s. inglese (da to squat, accovacciarsi, occupare un territorio) usato in italiano come sm.

1) Negli Stati Uniti, nome dato ai pionieri che occupavano terre libere, di frontiera.

2) In Australia, nella prima metà del sec. XIX, gli allevatori di pecore, ex galeotti o immigrati, i quali, quando il governo decise di vendere le terre anziché assegnarle gratuitamente, cominciarono a migrare verso l'interno, cioè verso i territori liberi. Il problema degli squatter – e dei loro imponenti greggi – si ripropose nella seconda metà del secolo quando l'aumento della popolazione e l'esigenza di intensificare l'agricoltura (sedentaria), piuttosto che la pastorizia, portarono a una revisione degli immensi spazi che gli squatter si erano accaparrati.

3) Movimento giovanile sorto a Torino a partire dal 1998. Legato a fenomeni di emarginazione, è caratterizzato da una violenta carica di anticonformismo, da una indifferenza partitica, da proteste di ispirazione ecologista e dall'occupazione di edifici pubblici abbandonati in rivendicazione di spazi pubblici autogestiti.