Questo sito contribuisce alla audience di

stafilocòcco

sm. [sec. XIX; stafilo-+cocco (biologia)]. Genere (Staphylococcus) di Batteri della famiglia delle Micrococcacee comprendente elementi sferici, Gram-positivi, immobili, di ca. 1 μ di diametro, talvolta disposti singolarmente, ma più spesso raccolti tipicamente in grappoli e caratterizzati dalla proprietà di produrre pigmenti gialli o aranciati, soprattutto in terreni contenenti elevate concentrazioni di cloruro di sodio. Gli stafilococchi sono diffusi nell'acqua, nella terra, nell'aria, sulla cute e sulle membrane mucose, soprattutto nasali, degli animali a sangue caldo. Le specie parassite dell'uomo sono Staphylococcus epidermis, saprotrofo, e Staphylococcus aureus, patogeno, agente eziologico di vari e frequenti processi infettivi a carattere suppurativo; esistono ceppi responsabili di gravi affezioni (polmonite, meningite, setticemie).