Questo sito contribuisce alla audience di

stazza

sf. [variante di stàggia, pl. ant. di staggio].

1) Asta graduata per misurare il livello di un liquido; in particolare, quella che si usava per misurare la capacità della stiva di una nave.

2) Misura convenzionale delle dimensioni e della capacità di carico delle navi. Le norme in vigore stabiliscono come unità di misura il m3, tuttavia nel linguaggio corrente, viene ancora utilizzata la tonnellata di stazza, che non esprime un peso ma un volume, ed è uguale a 2,832 m3 pari a 100 piedi cubi inglesi. § Per la determinazione della stazza sono contemplate tre regole. La prima è applicata alle navi scariche, munite di uno o più ponti. Si calcola in questo caso il volume totale in tonnellate di stazza, relativo a: spazi interni compresi fra il ponte superiore e il cielo del doppio fondo; spazi chiusi al di sopra di detto ponte, esclusi quelli occupati da macchinari di bordo, locali di cucina e forno, servizi igienici equipaggio, ecc.; una parte del volume delimitato dalle boccaporte. La seconda regola è applicata a navi e naviglio minori non dotati di ponte. La terza regola, detta anche abbreviata, è applicata, per esempio, quando la presenza del carico non consente di usare le prime due, e in altri casi. La stazza netta si ottiene, in generale, deducendo dalla stazza lorda il volume di alcuni locali (alloggio del comandante e dell'equipaggio, sala nautica, cala nostromo, locali macchina del timone, locali apparato motore, ecc.). La detrazione per i locali dell'apparato motore è di solito la più importante, ma nelle navi con propulsione a elica non può superare il 55% della stazza che resta dopo avere operato sulla stazza lorda le altre detrazioni ammesse. La stazza lorda e la stazza netta risultano dal certificato di stazza, rilasciato in Italia dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Ulteriori regole di stazza sono state inoltre emanate, sia per salvaguardare importanti aspetti della sicurezza della navigazione sia per ridurre il valore della stazza, e quindi gli oneri dell'armatore in particolari condizioni di carico della nave.

3) Stazza di regata (rating), il parametro determinato, per ogni imbarcazione a vela da regata, in base a una formula empirica che tiene conto delle dimensioni dello scafo e delle vele. Serve per consentire di valutare correzioni di tempo o di cammino e per mettere in condizioni di parità imbarcazioni diverse partecipanti a una stessa regata.