Questo sito contribuisce alla audience di

substrato

sm.

1) Variante lett. di sostrato (cui si rinvia per la linguistica).

2) In botanica, base o sostanza su cui un vegetale vive traendone nutrimento. Per i vegetali parassiti il substrato è costituito da un organismo vegetale o animale vivo, per quelli saprotrofi è sostanza organica morta, mentre per le piante superiori di norma è il suolo.

3) In geologia, insieme delle masse rocciose sottostante ad altro insieme di rocce che può essere definito come copertura. La superficie limite tra i due insiemi può essere una normale superficie sedimentaria, per esempio il substrato terziario di una copertura quaternaria, o, più propr., essere una superficie di discordanza stratigrafica (per esempio il substrato scistoso e cristallino di una copertura sedimentaria non metamorfosata, o il substrato mesozoico litificato e deformato di una copertura quaternaria incoerente e poco o punto deformata) o una superficie tettonica (v. basamento). In una falda di ricoprimento il substrato può essere costituito da un'altra falda su cui la prima è sovrascorsa o dall'insieme dei terreni autoctoni su cui essa riposa.

4) In biochimica, molecola organica che può andare incontro a trasformazioni catalizzate da enzimi. Il termine substrato è usato soltanto in connessione con quello di enzima per indicare genericamente una sostanza sulla quale l'enzima sia attivo (per esempio complesso enzima-substrato; inibizione da substrato ecc.).

Media


Non sono presenti media correlati