Questo sito contribuisce alla audience di

supergigànte

sf. [super-+gigante]. In astronomia, stella la cui magnitudine è di molto superiore a quella delle normali stelle giganti e nane della sequenza principale del diagramma di Hertzsprung e Russell. Su questo diagramma, le supergiganti si collocano in rami pressoché orizzontali descrivendovi le classi di luminosità Ia e Ib, rispettivamente corrispondenti alle magnitudini assolute Mv ~-7 e Mv ~-5 o -6, vale a dire luminosità effettive dell'ordine di 10.000 volte quella solare. Le supergiganti, pur possedendo dimensioni centinaia di volte superiori a quelle del Sole, contengono masse tipicamente solo di un ordine di grandezza più alto: ricoprono tutto l'arco delle classi spettrali, dalle supergiganti blu alle supergiganti rosse e aranciate. Per quanto concerne l'equilibrio interno, alla struttura nocciolo termico-zona radiativa intermedia-zona convettiva esterna, propria delle supergiganti dotate di massa confrontabile al Sole, tende a sostituirsi – per le supergiganti più massicce – l'inversione della zona radiativa con quella convettiva. Tipici esemplari di supergigante sono Deneb (bianca) e Betelgeuse(rossa) "Per approfondire Vedi Gedea Astronomia vol. 1 pp 88-91" "Per approfondire Vedi Gedea Astronomia vol. 1 pp 88-91" .