Questo sito contribuisce alla audience di

tèmpo (musica)

valore di durata che nel corso di un'esecuzione musicale si dà alle varie unità di valore; in altri termini, la velocità con cui una certa musica viene eseguita. Sino alla prima metà del sec. XVII veniva riconosciuto alle singole figure di nota (breve, semibreve ecc.) un valore assoluto di durata, determinato dal tactus. Successivamente la notazione espresse esclusivamente valori di durata relativi e pertanto si rese necessaria l'apposizione, all'inizio di ciascun brano musicale, di indicazioni di tempo (allegro, andante, adagio ecc.) miranti a stabilire, sia pure con approssimazione, l'esatta velocità di movimento. Solo con l'invenzione del metronomo da parte di J. N. Mälzel nel 1816 si rese possibile l'esatta determinazione del tempo di esecuzione di una composizione. Il problema, in ogni caso, permane complesso perché al di là dell'indicazione metronomica ogni opera possiede un proprio tempo, risultante dalle sue più profonde caratteristiche strutturali ed espressive.

Media


Non sono presenti media correlati