Questo sito contribuisce alla audience di

tenùta

Guarda l'indice

Lessico

sf. [sec. XIII; da tenere].

1) Atto e modo del tenere. In particolare, il tenere in regola i libri contabili, i registri e simili; il registrare determinati fatti: la tenuta di un registro.

2) Capacità di un recipiente, di una chiusura e simili di impedire a un liquido o a un gas di uscire o filtrare: serbatoio a tenuta stagna. Con accezioni specifiche: A) caratteristica di dispositivi atti a impedire la fuoruscita di liquido dall'interno di una macchina in corrispondenza della superficie di accoppiamento di due organi fermi l'uno rispetto all'altro (tenute statiche) o in movimento relativo (per esempioattraverso il gioco esistente tra carcassa e albero di una macchina a fluido). Dispositivi di tenuta sono, per esempio, le guarnizioni, i premistoppa, i segmenti raschiaolio ecc. B) Chiusura ermetica che impedisce la fuoruscita di gas dalla culatta attraverso la chiusura meccanica dell'otturatore. Nelle moderne armi a retrocarica la tenuta di gas è assicurata dalla dilatazione del colletto del bossolo che aderisce alle pareti della camera di scoppio finché la pressione si mantiene molto alta. Successivamente, grazie all'elasticità dell'ottone, la dilatazione si riduce facilitando così l'estrazione del bossolo.

3) Fig., capacità di resistere a lungo a uno sforzo intenso, detto per lo più di atleti. Per estensione, quantità di liquido o altro che un recipiente può contenere; capacità: una botte della tenuta di due ettolitri.

4) Vasto possedimento di terre destinate a lavorazioni agricole: comprare, vendere una tenuta; una tenuta con casa colonica. Anticamente, possesso.

5) Abbigliamento adatto a det. occasioni o attività: tenuta elegante; tenuta da sci, da lavoro.

Commercio

Nelle attività commerciali sono obbligatori: il libro giornale e il libro degli inventari. L'obbligo si estende anche alle altre scritture contabili richieste dalla natura e dalle dimensioni dell'impresa e agli originali delle lettere, telegrammi, fatture ecc. di ciascun affare. All'inizio dell'impresa e successivamente, ogni anno, deve redigersi l'inventario, con l'indicazione e la valutazione delle attività e delle passività relative all'impresa. Detti libri sociali devono essere tenuti in ordine e aggiornati, secondo le norme di un'ordinata contabilità, senza spazi in bianco, senza interlinee e senza trasporti in margine. Non vi possono essere abrasioni e, se è necessaria qualche cancellazione, questa deve eseguirsi in modo che le parole cancellate siano leggibili.

Auotomobilistica

Nel linguaggio automobilistico, tenuta di strada, proprietà di un veicolo gommato di percorrere una curva ad alta velocità senza deviare dalla traiettoria impostata dagli organi di direzione. Contribuiscono alla tenuta di strada i pneumatici, la pavimentazione stradale e, in un certo modo, l'abilità del pilota; da ciò la difficoltà della valutazione della tenuta di strada di un veicolo e, in sede di definizione del veicolo, della scelta della taratura più idonea di sospensioni, differenziale, autobloccante ecc. La tenuta di strada migliora irrigidendo le sospensioni a scapito del comfort, per cui si sceglie il compromesso che soddisfa entrambe le necessità, definito con prove standard sul veicolo; rimane in ogni caso valido l'assunto che un mezzo aumenta la sua tenuta di strada con un'adeguata condotta di guida.

Media


Non sono presenti media correlati