Questo sito contribuisce alla audience di

torace

sm. [sec. XVII; dal latino thoraxcis, dal greco thorax-akos, corazza, torace]. Porzione del tronco posta tra il collo e l'addome, superiormente delimitata dalla clavicola e inferiormente dal diaframma che lo separa dalla cavità addominale. Le sue pareti limitano una grande cavità viscerale che contiene importanti visceri quali polmoni e bronchi, cuore con i grossi vasi, timo, gran parte dell'esofago, la parte inferiore della trachea ecc. Il torace risulta costituito da un'impalcatura scheletrica (cassa o gabbia toracica) formata dal tratto dorsale del rachide, posteriormente, dalle costole, postero-lateralmente, dallo sterno, anteriormente, e da tegumenti. Sulla parte superiore del torace si inseriscono gli arti superiori; anteriormente, nello spessore delle pareti toraciche, si trovano le due mammelle. I diametri del torace e il volume della sua cavità variano durante la respirazione anche notevolmente. Sulla base per lo più di alterazioni ossee, di natura patologica, il torace può presentare forme diverse: il torace carenato o rachitico è caratterizzato da uno sterno sporto in avanti, similmente alla carena di pollo; il torace conico ha abnorme riduzione del diametro estremo superiore; il torace imbutiforme presenta una depressione in corrispondenza dello sterno: il torace enfisematoso o a botte è caratterizzato da aumento di tutti i diametri per una permanente posizione inspiratoria.

Media


Non sono presenti media correlati