Questo sito contribuisce alla audience di

trascendènte

agg. [sec. XIV; dal latino transcendens-entis, ppr. di transcendĕre, trascendere].

1) Tutto ciò che si riferisce a un piano di realtà superiore alla mera realtà dei fatti concreti: per esempio una dimensione oggettiva di realtà più elevate o supreme (quale il mondo platonico delle idee); l'atto del pensiero.

2) In algebra, di ente non algebrico, che cioè trascenda il potere dei metodi algebrici: numero trascendente è un numero reale che non soddisfi alcuna equazione algebrica della forma anxn+an-1xn-1+...+a₁+a0=0, dove i coefficienti ai sono numeri interi. Funzione trascendente è una funzione di una o più variabili che non può esprimersi algebricamente in termini della variabile (o variabili) e costanti; un modo equivalente di definire una funzione trascendente, per esempio di una variabile, è il seguente: la funzione y=w(x) è trascendente se non esiste alcun polinomio non nullo F(x, y) tale che F(x, w(x))=0 identicamente; curva trascendente, curva che sia il grafico di una funzione trascendente; esempi sono i grafici delle funzioni trigonometriche, logaritmiche esponenziali; la catenaria, la quadratrice, la cicloide ecc.

Media


Non sono presenti media correlati