Questo sito contribuisce alla audience di

trasduzióne

sf. [da trasdurre].

1) In fisica, operazione con la quale un segnale di bassa energia viene convertito in un segnale di altra forma di energia; secondo il tipo di trasduzione occorre che nella conversione venga conservata soprattutto la forma d'onda del segnale di entrata, oppure l'informazione in esso contenuta. L'operazione interessa soprattutto l'elettroacustica, i campi delle misurazioni e dei controlli, il campo biologico. Nei primi due settori la trasduzione viene eseguita da dispositivi detti trasduttori.

2) Trasferimento di geni batterici da un batterio all'altro senza contatto diretto. Ciò avviene per mezzo di virus batteriofagi. Poiché il batteriofago si riproduce all'interno di un batterio ospite, può accadere che una minima parte del cromosoma di quest'ultimo venga incorporata in una delle nuove particelle virali. Se questa particella virale, che è biologicamente inattiva perché il suo cromosoma è incompleto o assente, si attacca a una cellula ospite, il frammento di cromosoma batterico è introdotto nella cellula e può quindi integrarsi col cromosoma ospite. Nel caso il batteriofago sia stato coltivato su un ceppo batterico geneticamente diverso da quello infettato in seguito, si può produrre un batterio alterato geneticamente.

Media


Non sono presenti media correlati