Questo sito contribuisce alla audience di

tungùso

agg. e sm. (f. -a). Proprio dei Tungusi; che o chi appartiene alla popolazione dei Tungusi. § Dialetti tungusi, insieme di dialetti appartenenti alla famiglia linguistica altaica parlati in Siberia, ma in fase di regressione e di dissoluzione. I principali dialetti sono quelli degli evenki, oročen, manegir, birar, solon. § In antropologia, tipo tunguso, uno dei tipi fisici principali del gruppo mongoloide che presenta più marcati i caratteri antropologici del raggruppamento, per cui viene considerato il rappresentante più puro e tipico dei Mongoloidi, frutto del più antico adattamento umano al clima e all'ambiente nordasiatico; si ritrova in varie popolazioni della Siberia nordorientale e in misura più o meno accentuata nelle genti della Siberia centrale, della Mongolia fino al Turkestan. Esso è caratterizzato da: cranio grosso e largo, leggermente appiattito; faccia rotondeggiante, appiattita ma con zigomi assai rilevati; naso poco prominente con radice piatta e larga; occhi scuri a mandorla con fessura palpebrale stretta e pronunciata plica mongolica; bocca alquanto larga con labbra piene; statura bassa e corporatura massiccia, con spiccata brachischelia e torace largo e profondo; pelle di color giallastro intenso; capelli neri e diritti; scarsa pelosità.

Media


Non sono presenti media correlati