Questo sito contribuisce alla audience di

uàdi

sm. (pl. uadi o uidian) [sec. XX; dall'arabo wādī, valle di fiume, letto]. Nome dato ai letti di corsi d'acqua solitamente asciutti, a eccezione del periodo in cui compaiono le piogge. Gli uadi, tipici delle regioni sahariane e delle aree desertiche in genere, sono ormai “fiumi fossili”, sono cioè alvei ampi e poco profondi (perché riempiti da materiali trasportativi dal vento), di fiumi formatisi quando, in periodi climatici più umidi, il Sahara era percorso da una fitta rete di vie d'acqua.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti