Questo sito contribuisce alla audience di

valgismo

sm. [sec. XX; da valgo].

Condizione caratterizzata dalla formazione o dall'aumento di un angolo ottuso aperto all'esterno (rispetto alla linea mediana del corpo) fra due segmenti scheletrici contigui o fra due parti di uno stesso segmento. In alcuni distretti ossei dell'organismo normale, per ragioni statiche e funzionali, è presente un valgismo detto fisiologico, perché fa parte della regolare morfologia anatomica umana. Si parla invece di valgismo patologico quando per processi morbosi, congeniti o acquisiti, primitivi o secondari, a carico dell'articolazione o delle ossa (lussazionecongenita dell'anca, rachitismo, tubercolosi, fratture ecc.), il valgismo fisiologico risulta sensibilmente aumentato oppure viene a formarsi un valgismo in un osso normalmente rettilineo (per esempio per mancato allineamento dei monconi di frattura di ossa lunghe). Negli animali il valgismo è un difetto di appiombo degli arti posteriori per cui le punte dei garretti divergono in fuori dalla linea di appiombo.

Media


Non sono presenti media correlati