vantaggiàre

v. tr. non comune (ind. pr. vantàggio) [sec. XIV; da vantaggio].

1) Avvantaggiare e, rifl., avvantaggiarsi.

2) Toscano, sopravanzare, superare in quantità o qualità. Nella loc. vantaggiarequalcuno in un acquisto, in una spesa, fargli risparmiare denaro. Il pp. vantaggiato è usato con valore di agg. nel senso di abbondante: pesa trenta chili vantaggiati; abito vantaggiato, largo, comodo.

Media


Non sono presenti media correlati