Questo sito contribuisce alla audience di

yomihon

(propr., libri da leggere), genere letterario giapponese, il cui stesso nome indica lo scopo di contrapporsi a dei prodotti librari nei quali l'illustrazione aveva monopolizzato l'interesse a svantaggio del testo vero e proprio. Ne è considerato fondatore lo scrittore e medico confuciano Kinro Gyōja (ca. 1716-ca. 1789), che nel suo primo yomihon (1749) adattava la novellistica cinese al gusto nipponico. Sovente storie fantastiche e raccapriccianti di fantasmi o romanzi di carattere educativo e morale, gli yomihon trovarono i più validi autori in Akinari Ueda (1734-1809), in Kyōden Santōan (1761-1816) e soprattutto in Bakin Takizawa (1767-1848).

Media


Non sono presenti media correlati