Questo sito contribuisce alla audience di

Nanotyrannus

Nanotyrannus

NOME ITALIANO: Nanotyrannus

LUNGHEZZA: 6,5 m

PERIODO: Cretacico

DISTRIBUZIONE: America Settentrionale

PHYLUM: Cordati

CLASSE: Dinosauri

ORDINE: Saurischi

FAMIGLIA: Tyrannosauridae

Nanotyrannus era un predatore bipede di circa una tonnellata di peso vissuto alla fine del Cretacico. Aveva una grande testa, mascelle potenti con denti affilati, un collo corto e massiccio, braccia anch’esse corte, mani a 2 dita, lunghe gambe con piedi che poggiavano a terra solo con le 3 dita e una coda sottile. Gli occhi erano strutturati per fornire la percezione tridimensionale in modo eccellente. Nanotyrannus probabilmente afferrava le prede direttamente con le potenti mascelle, affondando i denti taglienti e ricurvi nel corpo delle vittime. Si ritiene inoltre che i forti artigli delle piccolissime zampe anteriori potessero essere utili per sistemare la preda e divorarla comodamente. Il genere Nanotyrannus è stato istituito nel 1988, sulla base di un cranio fossile che precedentemente era stato descritto come appartenente al genere Albertosaurus. Circa la classificazione di Nanotyrannus i paleontologi non hanno ancora trovato un accordo: alcuni ritengono si tratti di una varietà più piccola di tirannosauro; altri, forti del fatto che le parti di scheletro rinvenute non appaiono completamente sviluppate, pensano invece che si tratti di un tirannosauro giovane.

Scopri le risorse di Sapere.it!

Enciclopedia: dall'esperienza De Agostini oltre 185.000 lemmi per soddisfare la tua voglia di conoscenza.
Dizionari: per trovare la definizione di una parola o per tradurla in nove lingue diverse.
Medicina e salute: una sezione dedicata al benessere ed alla cura del corpo.
Sicuro di Sapere: idee, spunti,e utili strumenti per allenare la tua conoscenza... divertendoti!
Quiz: per mettere alla prova la tua conoscenza, sfidare gli altri utenti e raggiungere la prima posizione della classifica
Domande e risposte:tutte le risposte alle tue curiosità!
Pillole di Sapere: approfondimenti e news per essere sempre sulla notizia.

Sapere.it consiglia...

Sapere.it è anche su Facebook!

Entra a far parte anche tu della nostra community!