Questo sito contribuisce alla audience di

Camola della farina

Camola della farina

NOME ITALIANO: Camola della farina

SPECIE: Tenebrio molitor

LUNGHEZZA: 1,2-1,5 cm

DISTRIBUZIONE: Tutto il mondo

PHYLUM: Artropodi

CLASSE: Invertebrati

ORDINE: Coleotteri

FAMIGLIA: Tenebrionidi

GENERE: Tenebrio

Presente in tutto il mondo, la camola della farina mostra una livrea completamente nera. Il nome è dovuto al fatto che le larve si sviluppano all’interno dei mulini (la parola latina molitor, che si ritrova nel nome specifico, significa “mugnaio”) e dei magazzini di farina o altri cereali, arrecando spesso danni notevoli. Di colore ocraceo, hanno aspetto vermiforme e quando raggiungono lo sviluppo completo sono più grosse degli adulti. Data l’alta prolificità (la femmina può deporre fino a 40 uova al giorno), le larve (lunghe fino a 2,8 cm) vengono largamente allevate come cibo per gli uccelli da voliera e come esche per la pesca. Altri Tenebrionidi che infestano le derrate alimentari sono quelli del genere Tribolium, come Tribolium castaneum e Tribolium confusum. Blaps gigas è invece una specie tipica di cantine e altri luoghi oscuri; se molestato, secerne un liquido dall’odore sgradevole.

Scopri le risorse di Sapere.it!

Enciclopedia: dall'esperienza De Agostini oltre 185.000 lemmi per soddisfare la tua voglia di conoscenza.
Dizionari: per trovare la definizione di una parola o per tradurla in nove lingue diverse.
Medicina e salute: una sezione dedicata al benessere ed alla cura del corpo.
Sicuro di Sapere: idee, spunti,e utili strumenti per allenare la tua conoscenza... divertendoti!
Quiz: per mettere alla prova la tua conoscenza, sfidare gli altri utenti e raggiungere la prima posizione della classifica
Domande e risposte: tutte le risposte alle tue curiosità!
Pillole di Sapere: approfondimenti e news per essere sempre sulla notizia.

Sapere.it consiglia...

Sapere.it è anche su Facebook!

Entra a far parte anche tu della nostra community!