Questo sito contribuisce alla audience di

Caravella portoghese

NOME ITALIANO: Caravella portoghese

SPECIE: Physalia physalis

LUNGHEZZA: 30-50 m

DISTRIBUZIONE: Mari tropicali e subtropicali

PHYLUM: Cnidari

CLASSE: Invertebrati

ORDINE: Sifonofori

FAMIGLIA: Fisalidi

GENERE: Physalia

La caravella portoghese vive nelle acque superficiali dei mari tropicali e subtropicali, in particolare nel Golfo del Messico, nel Mar dei Caraibi e nel Mar dei Sargassi. Ogni individuo è formato da una colonia unisessuale di polipi di diversi tipi (gastrozoidi, gonozoidi e dattilozoidi) costituita da una grossa vescica di galleggiamento: è lo pneumatoforo, lungo circa 15 centimetri e dalla colorazione verde-azzurra. Questa formazione presenta, diagonalmente all’asse corporeo, una cresta azzurra e porpora: detta vela poiché ricorda la vela di un vascello, fa muovere la caravella in modo passivo e di traverso rispetto alla corrente. I tentacoli, lunghi fino a 50 metri, terminano in filamenti trasparenti e urticanti, detti "pescatori"; nella loro morsa cadono avannotti, piccoli pesci, organismi planctonici e crostacei; il veleno è nocivo anche per l’uomo, cui provoca bruciori e disturbi cardiaci. Allo stesso ordine appartengono Muggiaea kochii, la cui vescica natatoria contiene una goccia oleosa utile al galleggiamento, e Physophora hydrostatica, dai robusti tentacoli di colore brillante.

Scopri le risorse di Sapere.it!

Enciclopedia: dall'esperienza De Agostini oltre 185.000 lemmi per soddisfare la tua voglia di conoscenza.
Dizionari: per trovare la definizione di una parola o per tradurla in nove lingue diverse.
Medicina e salute: una sezione dedicata al benessere ed alla cura del corpo.
Sicuro di Sapere: idee, spunti,e utili strumenti per allenare la tua conoscenza... divertendoti!
Quiz: per mettere alla prova la tua conoscenza, sfidare gli altri utenti e raggiungere la prima posizione della classifica
Domande e risposte: tutte le risposte alle tue curiosità!
Pillole di Sapere: approfondimenti e news per essere sempre sulla notizia.

Sapere.it consiglia...

Sapere.it è anche su Facebook!

Entra a far parte anche tu della nostra community!