Questo sito contribuisce alla audience di

Capinera

Sylvia atricapilla

NOME ITALIANO: Capinera

SPECIE: Sylvia atricapilla

LUNGHEZZA: 12-13 cm

DISTRIBUZIONE: Eurasia, Africa nordoccidentale

PHYLUM: Cordati

CLASSE: Uccelli

ORDINE: Passeriformi

FAMIGLIA: Silvidi

GENERE: Sylvia

La capinera è una specie migratrice che vive in Eurasia, nelle isole dell’Atlantico orientale e in Africa nordoccidentale; sverna a sud dell’areale. Frequenta ambienti alberati o cespugliosi ed è comune nei boschi di latifoglie e conifere con ricco sottobosco; si trova anche nelle boscaglie dei greti, nei boschi mediterranei, in parchi, giardini, frutteti e orti. Di forme slanciate, ha piumaggio completamente grigio, tendente all’olivastro sul dorso e al biancastro nelle parti inferiori. La sommità del capo è nera nel maschio – donde il nome –, ma rossastra nella femmina. L’apertura alare è di 20-23 centimetri. L’alimentazione è prevalentemente a base di insetti nel periodo riproduttivo e di frutti e bacche d’inverno. Il volo è rettilineo, appena ondulato e abbastanza rapido. Il canto, che solitamente si ode provenire dal folto della vegetazione, è un armonioso gorgheggio che si conclude con una malinconica nota flautata. La capinera costruisce il nido ad altezze medio-basse usando erbe secche, muschio, ragnatele, ramoscelli, crini e piume. Da aprile la femmina vi depone 4-6 uova, che entrambi i genitori covano per 11-2 giorni; i piccoli si involano a 10-14 giorni dalla schiusa.

Sapere.it consiglia...

Sapere.it è anche su Facebook!

Entra a far parte anche tu della nostra community!