Questo sito contribuisce alla audience di

Cincia mora

default

NOME ITALIANO: Cincia mora

SPECIE: Parus ater

LUNGHEZZA: 11-12 cm

DISTRIBUZIONE: Eurasia, Africa nordoccidentale

PHYLUM: Cordati

CLASSE: Uccelli

ORDINE: Passeriformi

FAMIGLIA: Paridi

GENERE: Parus

Presente in Eurasia e Africa nordoccidentale, la cincia mora in Italia nidifica soprattutto sui sistemi montuosi. Vive fino ai 2000 metri di quota in boschi di varia natura e composizione, con spiccata predilezione per quelli di conifere, ma frequenta anche parchi urbani e giardini con conifere ornamentali. Il capo e la gola sono neri, in contrasto con il bianco delle guance e di una caratteristica macchia sulla nuca. Il becco, corto e appuntito, è idoneo alla ricerca di insetti sotto le cortecce degli alberi. Le ali nerastre sono attraversate da 2 serie parallele di piccole macchie tondeggianti; l’apertura alare è di 17-21 centimetri. Di indole gregaria, la cincia mora si associa spesso ad altre specie affini, come regoli e rampichini alpestri. La dieta è prevalentemente insettivora, integrata d’inverno con semi di vario genere. Durante il corteggiamento il maschio rincorre in volo la femmina e la segue sui rami facendo vibrare le ali e gonfiando il piumaggio. A partire da metà aprile la cincia mora allestisce un voluminoso nido di muschio posto nella cavità di un tronco o nella fenditura di una roccia o di un muro, oppure si insedia in nidi abbandonati di altri uccelli o tane di piccoli mammiferi. La femmina vi depone 6-9 uova, che cova per circa 2 settimane; i piccoli lasciano il nido dopo 2-3 settimane.

Sapere.it consiglia...

Sapere.it è anche su Facebook!

Entra a far parte anche tu della nostra community!