Questo sito contribuisce alla audience di

Colibrì rubino-topazio

Chrysolampis mosquitus

NOME ITALIANO: Colibrì rubino-topazio

SPECIE: Chrysolampis mosquitus

LUNGHEZZA: 7-8 cm

DISTRIBUZIONE: Caraibi, America Meridionale (area nordorientale)

PHYLUM: Cordati

CLASSE: Uccelli

ORDINE: Apodiformi

FAMIGLIA: Trochilidi

GENERE: Chrysolampis

Il colibrì rubino-topazio è l’unico rappresentante del genere Chrysolampis. Si tratta di un piccolo colibrì che nidifica ai Caraibi e nelle regioni nordorientali dell’America Meridionale, fino al nord della Bolivia. Migratore stagionale, frequenta i terreni aperti, i giardini e le aree coltivate, e si distingue dalla maggior parte degli altri colibrì per avere il becco – nero e piuttosto diritto – relativamente corto. Il maschio presenta colorazioni molto brillanti, verdi sulle parti superiori e marrone in quelle inferiori, con una sorta di cresta rossa sul capo e timoniere rosse; la femmina ha toni più dimessi, verde-bronzeo superiormente e grigio chiaro nelle parti inferiori. Il colibrì rubino-topazio si ciba del nettare di molte varietà di fiori, nonché di piccoli insetti. Il maschio usa stare appollaiato su un posatoio bene in vista, da cui difende il suo territorio con aggressività. La femmina depone 2 uova in un piccolo nido a coppa posto tra le ramificazioni degli alberi. L’incubazione dura 16 giorni; altri 18-19 trascorrono prima dell’involo.

Sapere.it consiglia...

Sapere.it è anche su Facebook!

Entra a far parte anche tu della nostra community!