Questo sito contribuisce alla audience di

Falco pellegrino

Falco peregrinus

NOME ITALIANO: Falco pellegrino

SPECIE: Falco peregrinus

LUNGHEZZA: 36-58 cm

DISTRIBUZIONE: Tutto il mondo

PHYLUM: Cordati

CLASSE: Uccelli

ORDINE: Falconiformi

FAMIGLIA: Falconidi

GENERE: Falco

Tipico rappresentante del genere Falco (falchi veri e propri o falconi), il falco pellegrino vive in tutti i continenti e in quasi tutti gli ambienti naturali, anche se è più comune nella tundra e nelle aree costiere rocciose. Gli individui che abitano nelle aree calde o temperate, come l’Europa mediterranea e l’Asia centromeridionale, sono stanziali, mentre gli altri compiono lunghe migrazioni per svernare in luoghi caldi: le popolazioni che vivono in Alaska o in Canada, per esempio, raggiungono addirittura l’Argentina e il Cile. Questo superbo falco è presente anche in Italia come stanziale – anche se non comune –, negli ambienti rupicoli più diversi, dalle falesie marine alle rocce montane. Il piumaggio è grigio scuro sul dorso e biancastro striato di nero sul ventre, con tonalità diverse a seconda dell’età e delle numerose sottospecie. Sul viso risaltano 2 grandi mustacchi neri, mentre le ali, lunghe e appuntite, raggiungono un’apertura di circa un metro. Di abitudini diurne, il falco pellegrino è uno dei più instancabili predatori di uccelli e offre in volo prestazioni straordinarie, raggiungendo velocità impressionanti (anche 150 chilometri orari). La sua precisione di cattura è stupefacente, e per le sue doti di cacciatore è una delle specie preferite dai falconieri. Tra i numerosi uccelli di cui si nutre ci sono colombe, piccioni, uccelli di mare e pernici bianche, ma non disdegna i rettili e i piccoli mammiferi come pipistrelli, topi e scoiattoli.

Sapere.it consiglia...

Sapere.it è anche su Facebook!

Entra a far parte anche tu della nostra community!