Questo sito contribuisce alla audience di

Fringuello alpino

Montifringilla nivalis

NOME ITALIANO: Fringuello alpino

SPECIE: Montifringilla nivalis

LUNGHEZZA: 15-17 cm

DISTRIBUZIONE: Europa e Asia centromeridionali

PHYLUM: Cordati

CLASSE: Uccelli

ORDINE: Passeriformi

FAMIGLIA: Passeridi

GENERE: Montifringilla

Il fringuello alpino vive in alcuni sistemi montuosi dell’Europa e dell’Asia centromeridionali e in talune aree compie spostamenti invernali anche di centinaia di chilometri. In Italia nidifica sulle Alpi e sull’Appennino centromeridionale. Frequenta zone rocciose, morene e praterie pietrose tra il limite superiore della vegetazione e quello delle nevi perenni ed è uno degli uccelli che nidifica alle quote più elevate: 3600 metri sulle Alpi, 5300 in Tibet. È facilmente riconoscibile per la testa grigia che contrasta con il dorso marrone e con i disegni bianchi e neri delle ali, particolarmente visibili durante il volo. Sulla gola del maschio è presente una macchia nera. Il becco è ardesia con base gialla in abito nuziale e giallo con apice scuro in quello invernale. Il fringuello alpino si nutre di varie specie di insetti, semi, bacche e germogli. Il volo è leggero e ondulato; l’apertura alare è di 34-38 centimetri. Sul terreno si muove camminando e saltellando a scatti. Altamente gregario, in autunno forma gruppi che possono contare centinaia di individui. Tra maggio e giugno la femmina depone 4-5 uova, che cova per 2 settimane; i piccoli abbandonano il nido dopo circa 20 giorni.

Sapere.it consiglia...

Sapere.it è anche su Facebook!

Entra a far parte anche tu della nostra community!