Questo sito contribuisce alla audience di

Ittero di Baltimora

default

NOME ITALIANO: Ittero di Baltimora

SPECIE: Icterus galbula

LUNGHEZZA: 18-20 cm

DISTRIBUZIONE: Stati Uniti orientali

PHYLUM: Cordati

CLASSE: Uccelli

ORDINE: Passeriformi

FAMIGLIA: Itteridi

GENERE: Icterus

L’ittero di Baltimora vive negli Stati Uniti orientali, dal Wisconsin al Maine a nord, dal Mississippi all’Alabama a sud. Il nome comune si riferisce all’elevata diffusione nel Maryland, dove si trova la città di Baltimora, ed è l’uccello simbolo di questo Stato. Frequenta i boschi aperti, preferibilmente di latifoglie, ma si è adattato a numerosi ambienti, compresi i parchi urbani. Migratore, sverna in Messico e America centromeridionale. I maschi hanno testa, dorso e becco neri e parti inferiori di un giallo-arancio acceso; le ali sono scure con barre biancastre; la coda è arancione con strisce nere. Le femmine hanno colori più tenui, che vanno dal marrone-verdastro all’arancio; come i maschi, hanno ali con bande biancastre; il becco è grigio. L’alimentazione comprende bruchi, insetti di vario genere, frutti e nettare. Per mangiare i bruchi evitando di pungersi con le loro setole – spesso urticanti –, l’ittero di Baltimora li immobilizza e poi li schiaccia contro un ramoscello. In primavera la femmina depone 3-7 uova in un nido appeso all’estremità di un ramo; l’incubazione dura un paio di settimane e i piccoli si involano dopo altri 15 giorni. Allo stesso genere appartengono Icterus bullockii, Icterus parisorum e Icterus gularis, tutti con livrea nera e aranciata e sfumature rosse e bianche. L’ittero degli orti (Icterus spurius) ha piumaggio nero su ali, coda, dorso e testa, ed è rosso scuro nelle parti inferiori. Le femmine sono gialle. Icterus oberi è a rischio di estinzione a causa della riduzione dell’habitat.

Sapere.it consiglia...

Sapere.it è anche su Facebook!

Entra a far parte anche tu della nostra community!