Questo sito contribuisce alla audience di

Pettazzurro

default

NOME ITALIANO: Pettazzurro

SPECIE: Luscinia svecica

LUNGHEZZA: 13-15 cm

DISTRIBUZIONE: Eurasia centrosettentrionale

PHYLUM: Cordati

CLASSE: Uccelli

ORDINE: Passeriformi

FAMIGLIA: Muscicapidi

GENERE: Luscinia

Il pettazzurro è presente nell’Eurasia centrosettentrionale, con un areale molto frammentato nelle parti occidentali. Migratore, sverna dal bacino del Mediterraneo all’Africa tropicale. In Italia è regolare come migratore, ma scarso come svernante. Le popolazioni occidentali nidificano in zone paludose con vegetazione bassa e folta e in boschi umidi ricchi di sottobosco; quelle orientali sono legate alla tundra nordica e alla fascia di arbusti contorti tra i 1800 e i 2000 metri di quota. Il maschio sfoggia una vistosa pettorina blu intenso, bordata inferiormente di castano ed estesa fino al becco, al cui centro spicca una macchia, bianca nella sottospecie “occidentale” e castana in quella “orientale”. La femmina ha petto biancastro con una banda scura e tracce di azzurro e castano. La dieta del pettazzurro è sia animale sia vegetale. Da fine aprile la femmina depone 5-6 uova di colore verde-blu finemente punteggiate di ruggine, che cova per 13-14 giorni; i piccoli abbandonano il nido a 2-3 settimane di vita. Il codazzurro (Luscinia cyanura) è inconfondibile per l’abito bluastro con i fianchi castani e l’addome bianco. Nidifica nell’Europa ordorientale e in Asia; in Italia si vede raramente.

Sapere.it consiglia...

Sapere.it è anche su Facebook!

Entra a far parte anche tu della nostra community!