Questo sito contribuisce alla audience di

Picchio muratore

default

NOME ITALIANO: Picchio muratore

SPECIE: Sitta europaea

LUNGHEZZA: 13-15 cm

DISTRIBUZIONE: Eurasia, Marocco

PHYLUM: Cordati

CLASSE: Uccelli

ORDINE: Passeriformi

FAMIGLIA: Sittidi

GENERE: Sitta

Il picchio muratore è presente in Eurasia, non più a nord del 60° parallelo, e in Marocco. Frequenta boschi estesi e omogenei, preferibilmente con molti alberi vetusti; è scarsamente presente nei boschi di conifere. Di forme compatte, presenta parti superiori grigio-azzurre e inferiori da biancastre a fulve; il sottocoda è macchiato di bianco. Una lunga stria nera attraversa l’occhio. La gola è bianca, il becco lungo e forte, le zampe corte e robuste; l’apertura alare è di 22-27 centimetri. La dieta è principalmente a base di insetti, che il picchio muratore cattura correndo veloce a zigzag sulla superficie dei tronchi, in genere partendo dal basso verso l’alto, ma anche in pose acrobatiche e persino a testa in giù. Integra la dieta con alimenti vegetali, ed è in grado di rompere ghiande e nocciole con potenti colpi di becco dopo averle incastrate in una fessura. Il volo, ondulato e con battute rapide e intermittenti, si limita a brevi tragitti. Nidifica in cavità naturali e artificiali o in vecchi nidi di altri picchi, che modifica, da provetto muratore (come vuole il nome), riducendo l’ingresso a un sottile pertugio con un impasto di argilla e intonacando con lo stesso materiale fangoso tutto l’interno fino a far scomparire fessure e asperità. Da fine marzo la femmina vi depone 6-11 uova, che cova per 13-18 giorni; i piccoli si involano 23-24 giorni dopo la schiusa.

Sapere.it consiglia...

Sapere.it è anche su Facebook!

Entra a far parte anche tu della nostra community!

. Webtrekk 3.2.2, (c) www.webtrekk.com -->