Questo sito contribuisce alla audience di

Pinguino reale

Aptenodytes patagonicus

NOME ITALIANO: Pinguino reale

SPECIE: Aptenodytes patagonicus

ALTEZZA: 85-95 cm

DISTRIBUZIONE: America Meridionale, isole dell'Atlantico meridionale

PHYLUM: Cordati

CLASSE: Uccelli

ORDINE: Sfenisciformi

FAMIGLIA: Sfeniscidi

GENERE: Aptenodytes

Insieme al pinguino imperatore, il pinguino reale è la specie di maggiori dimensioni della famiglia. È presente sulle coste brulle e piatte di Patagonia, Georgia del Sud, isole Falkland e altri arcipelaghi prossimi al margine occidentale dell’Antartide. Ha becco lungo, sottile e lievemente ricurvo verso il basso, zampe ricoperte di piume fino all’attacco delle dita – munite di unghie ben sviluppate – e coda ridottissima. Il piumaggio è nero sul capo, sulla nuca e sulla gola, mentre in corrispondenza della regione delle orecchie, sul collo e su parte del petto è di un bel colore giallo; per il resto è grigio nelle regioni superiori del corpo, bianco in quelle inferiori. Il becco è nero e rosso, le zampe sono brune. Dotato di spessi depositi adiposi sottocutanei, il pinguino reale può galleggiare quasi senza compiere movimenti; nel nuoto è velocissimo, e compie frequenti immersioni alla ricerca di pesci e altri organismi marini di cui si nutre. Ha abitudini sia acquatiche sia terrestri: vive in enormi colonie e trascorre la maggior parte del tempo in acqua, mentre per riprodursi si sposta nell’entroterra. Fra maggio e giugno la femmina depone un unico uovo, che i genitori covano a turno. Il piccolo viene alla luce dopo poco più di 2 mesi, nel pieno dell’inverno antartico; data la termoregolazione ancora imperfetta, viene protetto fra i piedi e il ventre dei genitori fino alla fine dell’inverno; a 5 mesi è pronto per entrare in mare e iniziare la vita adulta.

Sapere.it consiglia...

Sapere.it è anche su Facebook!

Entra a far parte anche tu della nostra community!