Questo sito contribuisce alla audience di

Sula bassana

Morus bassanus

NOME ITALIANO: Sula bassana

SPECIE: Morus bassanus

LUNGHEZZA: 90-110 cm

DISTRIBUZIONE: Europa settentrionale, Atlantico settentrionale

PHYLUM: Cordati

CLASSE: Uccelli

ORDINE: Pelecaniformi

FAMIGLIA: Sulidi

GENERE: Morus

La sula bassana nidifica in grandi colonie sulle coste rocciose dell’Islanda, delle isole Fær Øer, delle Orcadi, della Scandinavia, delle Isole Britanniche, degli Stati Uniti e del Canada. Durante le migrazioni invernali vola rasente la superficie del mare, spesso in lunghe formazioni lineari, spingendosi fino ai Caraibi e alle coste dell’Africa nordoccidentale. Il corpo ha forma affusolata; l’apertura alare è di circa 1,7 metri; il piumaggio è candido, con testa e collo sfumati di giallo; nera è la punta delle ali, lunghe e strette. La sula bassana sorvola instancabile il mare in cerca di pesci e calamari; solo in estate abbandona le distese oceaniche per rifugiarsi sulla costa e riprodursi: le colonie di nidificazione sono una babele di grida assordanti e duelli a battiti di becco, con migliaia di nidi vicinissimi l’uno all’altro. Il maschio si porta per primo al luogo di nidificazione; quando sopraggiungono le femmine dà inizio alla parata nuziale: si inchina leggermente tenendo le ali strette al corpo e tenta di afferrare con decisione una femmina alla nuca. Se questa è propensa all’accoppiamento, gira la testa e presenta il collo al maschio; quindi i due si accarezzano con i becchi o li incrociano come spade. La femmina depone un unico uovo; dopo 40 giorni nasce un piccolo implume e inetto che i genitori nutrono con il rigurgito di pesce semidigerito. Un pelecaniforme presente sulle coste dell’Africa meridionale è Morus capensis; lungo poco meno di un metro, ha corpo tozzo, becco robusto e lunghe zampe palmate.

Sapere.it consiglia...

Sapere.it è anche su Facebook!

Entra a far parte anche tu della nostra community!