Questo sito contribuisce alla audience di

Tacchino selvatico

Meleagris gallopavo

NOME ITALIANO: Tacchino selvatico

SPECIE: Meleagris gallopavo

LUNGHEZZA: 90-110 cm

DISTRIBUZIONE: Stati Uniti meridionali, Messico

PHYLUM: Cordati

CLASSE: Uccelli

ORDINE: Galliformi

FAMIGLIA: Fasianidi

GENERE: Meleagris

Il tacchino selvatico è presente in piccoli gruppi nei boschi più isolati degli Stati Uniti meridionali e, soprattutto, del Messico, regioni di cui è originario e nelle quali un tempo era assai diffuso. Di corporatura robusta ma di struttura snella, si caratterizza per la cute nuda del capo e del collo ricoperta di verruche, una delle quali, lunga, erettile e collegata alla fronte, pende sul becco, robusto e leggermente ricurvo. Un ciuffo di setole rigide e forti, impiantato nella parte superiore del petto, risulta particolarmente sviluppato nei maschi: più grandi rispetto alle femmine, questi presentano inoltre un piumaggio più vivace – bronzeo, impreziosito da riflessi metallici verdi, purpurei e dorati – e zampe munite di speroni. Il tacchino selvatico si nutre di semi, frutti, insetti e invertebrati. Nella stagione riproduttiva i maschi danno vita a parate aggressive e a lotte cruente; i vincitori riuniscono sotto il proprio dominio un piccolo gruppo di femmine, che depongono ciascuna fino a 15 uova, che restano in incubazione per circa un mese. Al di fuori del periodo riproduttivo maschi e femmine adulte vivono in gruppi separati.

Sapere.it consiglia...

Sapere.it è anche su Facebook!

Entra a far parte anche tu della nostra community!