Questo sito contribuisce alla audience di

Tordela

Turdus viscivorus

NOME ITALIANO: Tordela

SPECIE: Turdus viscivorus

LUNGHEZZA: 25-27 cm

DISTRIBUZIONE: Eurasia, Africa nordoccidentale

PHYLUM: Cordati

CLASSE: Uccelli

ORDINE: Passeriformi

FAMIGLIA: Turdidi

GENERE: Turdus

Sedentaria e migratrice, la tordela è presente in Eurasia e in Africa nordoccidentale; sverna nelle terre a sud dell’areale, fino al bacino del Mediterraneo. In Italia ha la massima diffusione fra gli 800 e i 2000 metri di altitudine. Frequenta ambienti alberati di conifere o latifoglie, dal livello del mare alle montagne. Con i suoi 42-48 centimetri di apertura alare, è il più grosso dei tordi presenti in Europa. Assomiglia al tordo bottaccio, da cui si distingue per la coda più lunga, l’addome macchiato e il sottoala bianco. Si nutre sia di animali sia di vegetali; durante l’inverno il vischio può assumere un ruolo importante nella sua dieta, per cui la tordela è uno dei principali responsabili della propagazione di questa pianta parassita. Di indole accorta e diffidente, se disturbata si invola emettendo un aspro grido d’allarme. Il canto nuziale, invece, è melodioso e ricorda un po’ quello del merlo. Da fine febbraio in poi la tordela depone 3-5 uova in un nido costruito di norma su un albero, alla cui incubazione provvede la femmina per 12-15 giorni. I piccoli lasciano il nido dopo 12-16 giorni.

Sapere.it consiglia...

Sapere.it è anche su Facebook!

Entra a far parte anche tu della nostra community!