Questo sito contribuisce alla audience di

Cerca nei dizionari di lingua italiana

coscienza

, ant. o lett. conscienza e conscienzia, n.f. [pl. -e] 1 ( filos., psicol.) consapevolezza di sé e del mondo esterno; è la funzione psichica in cui si riassume ogni esperienza conoscitiva del soggetto | in senso più generico, l’insieme delle facoltà e delle attività psicofisiche; sensi, conoscenza: perdere coscienza, svenire; riprendere, riacquistare coscienza, rinvenire, ritornare in sé 2 ( estens.) conoscenza, consapevolezza: prendere coscienza delle difficoltà; avere l’esatta coscienza dei propri limiti; averne una vaga coscienza, un’impressione, una sensazione confusa 3 sentimento che ciascun individuo (in quanto capace di ripiegarsi su sé stesso e farsi consapevole di sé nei propri rapporti con gli altri) ha dei valori morali; consapevolezza del bene e del male: coscienza limpida, retta; scrupolo, rimorso di coscienza; esame, obiezione di coscienza | agire secondo coscienza, fare come la coscienza detta, ascoltare la voce della coscienza, seguire un preciso dettato etico | avere, sentirsi la coscienza a posto, pulita, tranquilla, non avere nulla da rimproverarsi | avere la coscienza sporca, una cattiva coscienza, un peso sulla coscienza, sentire la responsabilità di una qualche colpa | togliersi un peso dalla coscienza, liberarsi da un rimorso | mettersi la coscienza a posto, in pace, eliminare il senso di colpa, riparando a un errore o a un’omissione | essere senza coscienza, privo di scrupoli | agire contro coscienza, contro le proprie convinzioni morali | venire a patti con la (propria) coscienza, scendere a compromessi con i propri principi morali | un caso di coscienza, da giudicarsi in base al proprio senso morale | mettersi una mano sulla coscienza, giudicare o agire valutando responsabilmente le conseguenze del proprio operare | libertà di coscienza, di professare le proprie idee o credenze religiose 4 senso di responsabilità, serietà e impegno nel compiere il proprio dovere o nell’eseguire un lavoro: un uomo di coscienza; lavorare, studiare con coscienza; coscienza professionale; in tutta coscienza, sinceramente, onestamente | sensibilità di fronte a un determinato problema: coscienza civile, politica 5 ogni individuo come entità morale: un’epoca di travaglio per le coscienze più sensibili

Dal lat. conscientia(m), deriv. di conscire ‘essere consapevole’.

Nota d'uso

· La forma *coscenza, senza la i, è scorretta.

Rubrica sinonimi

1(filos., psicol.) Sin. consapevolezza; sensibilità, percezione, sensazione Contr. incoscienza, inconsapevolezza 2 (in senso più generico) Sin. sensi, conoscenza 3 (delle difficoltà, dei limiti ecc.) Sin. conoscenza, consapevolezza, cognizione, idea, percezione, nozione Contr. ignoranza, inconsapevolezza 4 (in senso morale) Sin. correttezza, lealtà, onestà Contr. disonestà, slealtà 5 (nell’eseguire un lavoro, un dovere ecc.) Sin. coscienziosità, serietà, onestà, impegno, responsabilità, scrupolosità, diligenza, meticolosità Contr. incoscienza, irresponsabilità, negligenza, faciloneria; leggerezza, superficialità 6 (in senso civile, politico ecc.) Sin. sensibilità, interesse, interessamento Contr. insensibilità, disinteresse 7 Sin. anima, spirito, mente.

Ultimi termini visitati

loading

Sapere consiglia..

Segui Sapere su Facebook!

Entra a far parte anche tu della nostra community!

DeAbyDay.tv

Guide e video consigli per imparare a fare quasi tutto!