Questo sito contribuisce alla audience di

Lesioni del cranio

In caso di lesione cranica bisogna sempre sospettare una lesione a livello della colonna cervicale.
Le lesioni craniche si possono suddividere in fratture del cranio e della faccia e lesioni cerebrali. Le lesioni cerebrali possono essere dirette, nei casi in cui il cervello sia direttamente lacerato, perforato o contuso, o indirette, nel caso in cui il cervello subisca un danno a causa dell'inestensibilità della scatola cranica. Quest'ultimo caso si presenta quando, in seguito a un trauma, una emorragia intracranica provoca la morte cerebrale per aumento della pressione endocranica. Le lesioni cerebrali dirette comprendono:

- commozione cerebrale. La maggior parte dei pazienti con commozione cerebrale si sentirà un po' "stordita" dopo aver ricevuto un colpo in testa. Se vi è perdita di coscienza questa dura per un breve periodo e non si ripresenta. Abbastanza comune è una certa perdita di memoria (amnesia) riguardo agli eventi immediatamenti precedenti e successivi l'incidente;

- contusione. Si verifica quando il colpo è sufficientemente violento da danneggiare, anche se lievemente, il tessuto cerebrale. Solitamente la sofferenza cerebrale si verifica sul lato opposto rispetto al punto di impatto.

Lesioni del cranio

Sapere consiglia...

Sapere.it è anche su Facebook!

Entra a far parte anche tu della nostra community!

DeAbyDay.tv

Guide e video consigli per imparare a fare quasi tutto!