Questo sito contribuisce alla audience di

aprassìa

incapacità di compiere gesti o azioni diretti verso un particolare fine, in assenza di disturbi motori (paralisi, atassia, movimenti involontari patologici). Si distinguono aprassìa generali (ideatoria e ideomotoria) e specializzate. Nell'aprassìa ideatoria il soggetto è incapace di eseguire movimenti complessi; per esempio, invitato a servirsi dello spazzolino da denti, può fermarsi alle prime fasi della sequenza dei movimenti necessari, o eseguirli tutti con precipitazione; può compiere gesti estranei, ripetere più volte uno dei gesti o invertirne l'ordine. Il disturbo, sempre bilaterale, è frequentemente associato alla demenza di Alzheimer-Perusini. Nell'aprassìa ideomotoria il gesto è riconoscibile nelle sue linee generali, in quanto progettato adeguatamente, ma appare deformato da movimenti inconcludenti, perseverazioni ed errori. I gesti automatici sono invece in gran parte risparmiati. Il disturbo è unilaterale e si manifesta di solito negli arti di sinistra in soggetti con deficit motorio degli arti di destra; è dovuto quasi sempre a lesioni tumorali o vascolari dell'emisfero cerebrale sinistro o del corpo calloso. Le aprassìe specializzate comprendono: l'aprassìa costruttiva, ossia l'incapacità di costruire un oggetto o una figura, disponendone correttamente le parti; l'aprassìa dell'abbigliamento, per cui il paziente non è in grado di vestirsi; l'aprassìa bucco-linguo-facciale, o incapacità di compiere su comando movimenti con la bocca, con la lingua e con la muscolatura facciale inferiore. Quest'ultimo tipo di aprassìa è frequentemente associato ad afasia motoria, per lesione dell'emisfero cerebrale sinistro.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi