Questo sito contribuisce alla audience di

coma diabètico

(o chetoacidosico, o iperglicemico), complicazione grave e improvvisa del diabete mellito, caratterizzata da perdita di coscienza, aumento della frequenza del respiro, disidratazione (e dunque cute secca), assenza di sudore, alito con odore di acetone, ipotonia muscolare. In alcuni casi il coma diabètico può caratterizzare l'insorgenza della malattia, specialmente quando si tratti di diabete di tipo 1 o insulino-dipendente. In un soggetto giovane, senza precedenti patologici degni di nota, va sempre presa in considerazione la possibilità di un diabete di nuova insorgenza, quando si abbia un'improvvisa perdita di coscienza. Anche nel diabete di tipo 2 peraltro può comparire un coma diabètico in conseguenza di un aggravamento spontaneo o per intervento di fattori che aumentano il fabbisogno di insulina, come la febbre o uno squilibrio idro-elettrolitico (vomito, diarrea, sudorazione intensa ecc.). La terapia deve essere immediata, e consiste nella somministrazione di insulina, liquidi, potassio per via parenterale. In alcuni casi è necessaria la somministrazione di bicarbonato, sempre per via endovenosa. Il coma diabetico rappresenta un'urgenza medica e bisogna trasferire il malato d'urgenza in ospedale.

Media

Sintomi e segni del coma diabetico.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi