Questo sito contribuisce alla audience di

iperemìa

aumento della quantità di sangue circolante in un distretto o in un organo, determinata principalmente da vasodilatazione capillare. L'iperemìa attiva è dovuta ad aumentato afflusso di sangue arterioso; può essere provocata da fattori chimici, termici, meccanici, psichici, e rappresenta il primo momento di ogni processo infiammatorio. Gli organi interessati aumentano di volume e assumono colorito rosso intenso. L'iperemìa passiva (sinonimo di iperemìa venosa, stasi venosa) è condizionata da un ostacolato deflusso di sangue dall'organo e comporta un sovrariempimento dei capillari e delle vene; la causa più frequente è l'insufficienza cardiaca acuta o cronica. In quest'ultimo caso gli organi interessati presentano un colorito rosso bluastro scuro (cianosi), sono aumentati di volume ed edematosi.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi